DanzaMovimento Terapia

La DanzaMovimento Terapia (DMT) è una suggestiva possibilità di positiva ricerca del benessere e di evoluzione personale, si collega idealmente alle antiche tradizioni nelle quali la danza era un mezzo fondamentale nelle pratiche di guarigione, ripropone negli attuali contesti sociali le risorse del processo creativo, della danza e del movimento per promuovere l’integrazione psicofisica, relazionale e spirituale, il benessere e la qualità della vita della persona.

Al di là della dimensione terapeutica e riabilitativa, la DMT esprime anche competenze e tecniche rivolte allo sviluppo delle risorse umane, alla prevenzione del disagio psicosociale, alla formazione e al lavoro educativo. Nei più diversi contesti pubblici e privati la DMT ha trovato terreno fertile per un lavoro basato sull’unità mente-corpo- relazione che incontra immediatamente il bisogno di salute della persona.

Attraverso l’esperienza corporea del movimento danzato, giocoso e interpretato, viene offerta la possibilità di esplorare e riportare a consapevolezza le proprie risorse creative, i propri confini e le peculiarità che rendono ognuno di noi unico ed originale trasformatore della propria vita. Il richiamo alla danza sottolinea l’importanza che la dimensione di gruppo, la ritualità del gesto, la celebrazione delle fasi dello sviluppo dell’uomo, hanno nel processo di crescita individuale.

la DMT (DanzaMovimento Terapia) è dunque un percorso attraverso il quale venire attivamente a contatto con se stessi, guardarsi dentro e prendersi cura della propria esistenza in modo amorevole e totale.

La proposta si articola in percorsi monotematici della durata di 4 / 10 incontri.

Negli anni sono stati proposti:

DMT con ragazze adolescenti:

  • “Il corpo, i suoi movimenti, il potere del ciclo mestruale”.

DMT con adulti:

  • “Geografie corporee”
  • “Gli archetipi degli animali”
  • “Gli dei e le dee dentro di noi”
  • “Le dee dentro la donna – gli archetipi del femminile”
  • “La relazione”
  • “Percorso alchemico”

DMT e COUNSELING

“La vita è un’opera che continuamente viene costruita poeticamente ed immaginariamente da chi si prenda il carico di accettarla inizialmente come un non senso da restituire alla sua miticità”. (Russo)
Il lavoro attraverso il racconto della propria autobiografia si avvicina alla creazione artistica proprio nel senso della ri-creazione di una realtà e di un mondo interno che consenta alla persona di sviluppare le proprie potenzialità spesso bloccate proprio dall’incapacità di riconoscere i propri vissuti.
Colloqui di Counseling possono affiancare i laboratori corporei per una integrazione corpo – mente – spirito più efficace e consapevole.